Responsabile:
Maddalena CHIESA

Ripartizione:
Servizi Demografici - Piano Terra

Email:
anagrafe.elettorale@comune.cambiano.to.it

Apertura al Pubblico:

Lunedì,  09.00 - 12.30 / 16.00 - 17.00
Martedì 09.00 - 12.30 / 14.00 - 15.00
Mercoledì 09.00 - 12.30 / 17.00 - 19.00
Giovedì 09.00 - 12.30 / 14.00 - 15.00
Venerdì 09.00 - 12.30 / 14.00 - 15.00
Primo Sabato del mese   09:00 - 12:00 (escluso agosto)  

Descrizione
L'Estratto di Matrimonio attesta luogo, data di celebrazione del matrimonio e le evenutali annotazioni come: regime patrimoniale dei coniugi, ricorso per separazione personale,provvedimento di separazione personale, annullamento, scioglimento o cessazione degli effetti civili.
Viene rilasciato dall'Ufficio Stato Civile, e può essere sostituito dall'autocertificazione.

Chi può richiederlo
L'interessato o comunque altra persona che conosca i dati anagrafici della persona:
1) che abbia contratto matrimonio religioso o civile nel Comune.
2) che abbia contratto matrimonio in altro comune o all'estero e trascritto, per residenza di uno degli sposi, nel Comune.

Quando Richiederlo
In qualunque momento

Documenti da presentare
1) Documento di riconoscimento del Richiedente in corso di validità
2) Nome e Cognome dei Coniugi, Data di Matrimonio delle persone a cui si riferisce il certificato

Validità
L'estratto di matrimonio ha validità 6 mesi.
Se allo scadere dei sei mesi le informazioni in esso contenute non sono variate, gli interessati potranno dichiararlo in fondo al certificato stesso senza l'obbligo di autenticare la firma.
Le Pubbliche Amministrazioni, nonche' i Gestori o Esercenti di Pubblici Esercizi ( es: Enel, Telecom etc.) che lo richiedono, dovranno ancora ritenerlo valido.

Norme di riferimento

1) Legge 24 dicembre 1954, n. 1228;
2) D.P.R. n. 223/1989;
3) Legge 29 dicembre 1990, n. 405.
4) Legge 15 Maggio 1997 n. 127 c.d. Legge Bassanini
5) D.P.R. n. 403/1998 - regolamento attuativo
6) D.P.R. n. 396/2000

Tempi svolgimento Pratica
La consegna è immediata.

Costo
Gratuito

Per richiedere l'estratto al Comune in cui si era residenti al momento del matrimonio, è sufficiente allegare alla domanda una busta affrancata per il ritorno.